Wednesday, June 21, 2006

L'UNICA COSA CHE CONTA

Domanda cruciale della preghiera di oggi: chi è Gesù per te?

Sicuramente un Dio esiste,ma con altrettanta assoluta certezza posso dire che non è il Dio che la tradizione cristiana ci propina da secoli. Plotino diceva che Dio è inaferrabile,indicibile,incomprensibile per la mente umana limitata.Noi non possiamo pensare Dio se non come qualcosa che non è tutto il resto.Il Dio cristiano ha una forma fin troppo famigliare: è stato creato a nostra immagine e somiglianza. Non il contrario.
Gesù?Qualcuno in cui credevo, qualcuno che quasi mi hanno obbligata ad amare e conoscere.Ma forse è solo uno dei due farmakos che hanno impostato la mentalità e la cultura moderne. L'altro è Edipo.Il re perfetto e paterno che cerca di alleviare le sofferenze del suo popolo addossandosele fino all'autodistruzione. Un uomo superiore e perfetto,ma allo stesso tempo colpevole di un peccato atroce.Ogni farmakos ha la sua colpa da espiare,questo lo rende superiore.
E Sofocle scrisse la sua tragedia almeno 5 secoli prima di Cristo.Il mito però esisteva da prima. Da quando l'uomo ha cominciato a cercare risposte.

jhon barleycorn must die

12 comments:

votiamo no said...

rispondo alla tua domanda, ma tu dopo rispondi a due mie?

"Sicuramente un Dio esiste,ma con altrettanta assoluta certezza posso dire che non è il Dio che la tradizione cristiana ci propina da secoli"

altrettanta assoluta certezza?
e da dove l'hai presa?

2°domanda:
perchè hai intitolato il post l'unica cosa che conta?

in effetti è l'unica "cosa" che conta, ma tutto il resto dove lo metti?
e se un dio non esistesse e l'unica cosa che conta fosse l'amore per, con e dei tuoi amici?
o quello del tuo ragazzo?

non pensare male, anch'io credo assolutamente nell'esistenza di Dio, ma niente più (cioè, scusa se poco)

non bestemmio e alcune volte vado in chiesa e leggo molte volte il vangelo, ma non credo a tutto quello che leggo, o meglio non so, o meglio ancora, nessuno di noi sa

e se non esistesse?
e se esistesse e si facesse i cazzi suoi?
e se invece fosse a nostra immagine e somiglianza e quello scritto nei vangeli fosse tutto vero?
e se...?

credo Pico della Mirandola diceva che credere in Dio è un pò come vincere ad una lotteria senza perdere niente: se ci credi ed esiste meglio, se ci credi e non esiste niente di perso, intanto tu credici

io non la penso così, credo sia un qualcosa d'innato in cui tu conti veramente, in cui tu ne sei estremamente convinto

forse un giorno di questo approfondirò il discorso, per ora mi sentivo di dirti solo questo

ciao

onar said...

oh iut...
rispondo,poi ti faccio un'ulteriore domanda..
parto dal presupposto che tutto è relativo quindi l'assoluta certezza riguarda quello che penso ora,in queste condizioni.Molto probabilmente tra due giorni avrò cambiato idea.L'assoluta certezza è tale solo per me e ora.X il resto sono aolutamente convinta che non esistano certezze in alcun campo,figuriamoci per quanto riguarda Dio.
2.il titolo del post è legato alla preghiera di ieri che ribadiva il fatto che Gesù è (o dovrebbe essere,a questo punto)l'unica cosa che conta per un animatore.

domanda: tu saresti..?

onar said...

aggiungo..non era Pico ma Pascal..

votiamo no said...

il tuo commento già inizia male: "oh iut?" esclamazione personale o latinismo? (p.s. non ho studiato latino)
per il fatto di pico o pascal, era un rimasuglio di qualche studio di filosofia, quindi non pensare di parlare con una persona acculturata o qualcosa del genere, mi piace solo parlare in un bel modo, o almeno ci provo ;)

ci ho fatto la tesina sulla crisi delle certezze del '900, non mi puoi quindi trovare in disaccordo su questo

vabbè, chiuse le premesse ti dico che non c'ho capito un granchè

sono entrato su questo blog per caso e ho letto solo l'ultimo post

se tu leggi quello che hai scritto come una persona totalmente estranea ai fatti, credo non capiresti molto il contesto di questa tua frase:

"il titolo del post è legato alla preghiera di ieri che ribadiva il fatto che Gesù è l'unica cosa che conta per un animatore"

o almeno, io non l'ho capito

ho decisamente frainteso? :)

onar said...

pù che latinismo è un espressione dialettale..un esclamazione come dire ciumbia!!(nn mi dire che non conosci ciumbia!!)
hai anche ragione tu...x spiegarti ti dirò che in questi giorni faccio l'animatrice in oratorio e ogni sera cè preghiera con un tema diverso...e la preghiera di mercoledì ha ispirato il famoso post..
non ho ancora capito ci sei cmq..

votiamo no said...

vabbè, ciumbia sì, che diamine ;)

"non ho ancora capito ci sei cmq.."
ci sono sì, ci sono :)

chi sono?
sono uno di passaggio che in una sera in cui non era uscito, si faceva un giro tra i 40 milioni di blog esistenti in internet e che si sarebbe sentito un pò più in pace con se stesso se avesse lasciato un pensiero tanto personale quanto inutile su un tema un tantino complicato

quante volte ho sbagliato a coniugare i tempi? eh eh

vabbè comunque se non dò fastidio un altro salto in questo blog ce lo faccio volentieri una volta ogni tanto

ciau

raraavis said...
This comment has been removed by a blog administrator.
raraavis said...

L'unica cosa che posso dirti:
rileggi il dialogo del grande inquisitore. A me dice sempre ciò che penso.
A presto.

votiamo no said...

cos'è il dialogo del grande inquisitore?

onar said...

ehm..stavo x chiederlo anch'io...ora mi prodigherò per ottenere delucidazioni..

raraavis said...

In realtà è perchè sono un'ingonantona... E' leggenda, non dialogo... Beh. seguite il link, se vi interessa... (va incollato tutto attaccato, io son andata a capo perchè non ci stava...)
http://www.filosofico.net/
Antologia_file/AntologiaD/
DOSTOEVSKIJ_%20LA%20LEGGENDA%
20DEL%20GRA.htm

onar said...

ahah!!credo sia una di quelle cose che ti dimentichi perchè ormai fanno parte di te..ora rileggendola mi è venuto in mente che era uno dei pezzi dei karamazov ke mi sono piaciuti di più..non per niente Ivan è sempre stato il mio personaggio preferito!
Grazie Cri per avermelo ricordato..