Saturday, December 26, 2009

Poesie

E' quel periodo dell'anno in cui cominci a tirare le somme, guardarti indietro e decidere cosa salvare e cosa migliorare degli ultimi dodici mesi. Ancora non sono in quel processo, perchè.. beh, perchè ancora ho 5 giorni di quest'anno bislacco e poi perchè tra una mangiata e l'altra il mio cervello è troppo saturo per pensare. Tuttavia, ieri sera tra la zia che stava male e la mia personale depressione mi sentivo un pò giù... ma ecco che il quadernetto delle mie poesie di quando avevo tipo 16 anni è comparso magicamente! quindi l'ho preso, spolverato e cominciato a leggere.. non per tirarmela ma alcune sono proprio belle!!! insomma.. x avere avuto 16 anni erano dei capolavori..Ne riproporrei una, giusto perchè parla del tempo..

Volerò fino a te un giorno di questi
e ti canterò la mia anima.
Promesse e illusioni
di una vita rubata
al tiranno tempo.
Scivola via, come l'acqua
di un fiume sulle rocce
tingendosi dei colori dell'autunno
portandoli, fino alla primavera.
E di nuovo il giorno
e la notte
incalza, e si spegne
in un soffio di luna.
Emozioni vane
cambiano al ritmo
dell'implacabile lancetta.
La vita è un sospiro
portato dal vento:
nulla si salva.
Ne vale la pena?
Troverai la risposta
e sarai già cenere,
o sprecherai in pianti
i secondi risparmiati.
Nulla sopravvive.
In un attimo, il tuo animo
è già lettere incise sulla fredda pietra
o un semplice suono
citato a giovani menti incolte.
Ma lasciati dare un consglio:
l'amore sopravvive
unico, sulla morte furente:
ama! e vivrai in eterno.
Il tempo inclemente è figlio dell'universo,
l'amore ne è padre:
non prevarrà l'inesperto fanciullo
contro il vecchio saggio,
lasciati avvolgere da esso
e non morrai.

-30 novembre 2004-

1 comment:

вещица said...

it's the time of the year to write blog posts in our own languages :)